Last minute
- ()

continua
Vedi tutte le offerte last minute

Preventivo
Clicca qui per ricevere senza impegno un preventivo personalizzato da più hotel, in base alle tue esigenze di soggiorno...

Hotel
Hotel Ravenna
Hotel Casalborsetti
Hotel Marina Romea
Hotel Porto Corsini
Hotel Marina di Ravenna
Hotel Punta Marina Terme
Hotel Lido Adriano
Hotel Lido di Dante
Hotel Lido Di Classe
Hotel Lido Di Savio

Altre Attività
Campeggi
Mirabilandia
Pub
Discoteche
Cinema
Teatri
Musei

Link utili
Terme
Sport
Itinerari
Spiagge
Cucina
Storia
Contatti Commerciali

Iscriviti alla newsletter

Indirizzo E-mail
Autorizzo al trattamento dei dati personali contenuti nel presente modulo (D.Lgs. 196/2003).


Storia Ravenna, origini Ravenna, Ravenna antica


Storia di RavennaLe origini di Ravenna sono tuttora sconosciute. Le prime informazioni sulla storia di Ravenna si hanno col ritrovamento di reperti che ci rivelano l'esistenza di abitazioni costruite su palafitte in un periodo ancora non precisato. L'unica dato storico certo è che Ravenna antica ebbe il suo primo sviluppo grazie all'Impero Romano: a quei tempi oltre ad essere uno dei porti più importanti d'Italia e d'Europa fu una grande alleata dell'esercito romano nelle guerre contro i Galli, finché non venne annessa alla Gallia Cisalpina. Un altro passo importante per la storia Ravenna fu quando, nel Medioevo, divenne la capitale dell'Impero Romano d'Occidente; durante questo periodo l'imperatore Onorio e in seguito sua sorella Galla Placida attuarono una politica di costruzione di numerosi monumenti, come la basilica di S. Giovanni Evangelista e la chiesa di Santa Croce.


La decadenza dell'Impero Romano si ha a Ravenna nel 476 D.C. con la deposizione dell'ultimo imperatore, Romolo Augusto. Il controllo della città passò quindi sotto i Goti, con il re Teodorico, sotto i quali ha inizio il periodo barbarico della storia Ravenna; a lui si devono grandi costruzioni come la chiesa di Sant'Apollinaire Nuovo. Il regno dei barbari durò fino all'arrivo di Giustiniano, imperatore bizantino che aveva come scopo quello di riconquistare i territori appartenuti precedentemente ai Romani. L'Italia fu salvata dagli invasori barbarici e Giustiniano scelse Ravenna come sede del suo protettorato e nominò Massimiano arcivescovo della zona ravennate. In questo periodo vennero commissionate le costruzioni di opere come la chiesa di San Vitale, la basilica di Sant'Apollinare in Classe e la chiesa di San Michele in Africisco, di cui oggi ne rimangono solo pochi ruderi.

Nel 751 Ravenna fu nuovamente attaccata dai barbari e cadde contro le ostilità dei Longobardi. Nel 754 con un accordo con il re di Francia la città passò sotto il dominio del Papa ma effettivamente il patto non fu mai rispettato: i Longobardi continuarono comunque a occupare il territorio ravennate fino al 756, mentre in seguito la città fu rivendicata come indipendente nei confronti del papato e il potere venne esercitato dai vescovi locali. Successivamente, negli anni delle nascite di numerosi comuni in Italia, si instaurò la prima signoria, i De Polenta.Fu sotto il loro dominio che Dante Alighieri trovò ospitalità e passò il resto dei suoi giorni.

Origini RavennaIn seguito Ravenna passò sotto il dominio veneziano, periodo sanguinolento segnato da numerose battaglie durante la guerra della Lega Santa. Finito questa parentesi difficile la storia Ravenna ebbe una svolta finendo sotto il controllo dello Stato Pontificio per i successivi 350 anni. Con l'avvento dell'unificazione d'Italia e delle Guerre Mondiali, Ravenna si pose come un'importante protagonista degli eventi di questi periodi. Fu il luogo della morte di Anita, moglie dell'eroe Giuseppe Garibaldi, e fu uno dei più importanti luoghi di lotta contro il fascismo. La città fu più volte bombardata durante lo scontro mondiale, causando gravi danni ad alcuni monumenti cittadini che erano in piedi fin dalle origini Ravenna.

Successivamente alla Seconda Guerra Mondiale Ravenna ebbe un notevole sviluppo industriale, soprattutto nel campo petrolchimico ed energetico, con la sua raffineria e l'attività d'estrazione di gas naturale.
Ora Ravenna è una rinomata città turistica dove, ogni anno, diviene meta di villeggiatura per migliaia di turisti italiani e stranieri. Divenuta un centro importante della Riviera Romagnola, grazie all'ubicazione del più grande parco di divertimenti italiano in uno dei suoi lidi e le prestigiose Terme, Ravenna, punta tutto sul turismo, offrendo soluzioni di soggiorno presso le numerose strutture ricettive nate e cresciute subito dopo la seconda guerra mondiale.
 
Hotel consigliati
   
www.lidiravenna.com © 2008 TITANKA! Spa - Per informazioni e pubblicità sul sito
Privacy & cookie policy.